Gli effetti della musica

“Dove le parole finiscono, inizia la musica” Heinrich Heine.
Niente si può aggiungere alle parole di Heine sulla potenza della musica. La colonna sonora della nostra vita ne scandisce gli eventi meglio del ricordo stesso, addolcisce gli attimi, ci da la carica, distende, può essere portentosa ma anche un lieve sottofondo della quotidianità. Una delle prime espressioni di arte della storia, una delle prime esperienze sensoriali della vita di ciascuno di noi. La musica ha effetti sul sistema nervoso centrale, ad esempio la musica rilassante induce la riduzione di cortisolo, un ormone associato allo stress, e il rilascio di endorfine che hanno proprietà analgesiche ed euforiche. Alcuni studi dimostrano come la musica possa accrescere le prestazioni sportive riducendo la sensazione di fatica, migliorare la memoria ed essere motivante. Ebbene immaginate di portare questo spettacolo nella vostri momenti nella sala da bagno. Poter godere di un suono ben definito, interfacciare la playlist preferita che avete sul vostro smartphone e sentirla in alta qualità durante la doccia.

Suoni sotto la doccia

“Daniel Ek, amministratore delegato di Spotify, servizio di streaming on demand musicale, ha rivelato in un'intervista che sulla popolare piattaforma esistono almeno 39mila playlist intitolate "Shower" ("doccia" in inglese). Secondo i suoi calcoli, le canzoni che ne fanno parte sarebbero ascoltate almeno 550mila volte al giorno”. Fonte Repubblica.it Questo è un dato da considerare sulla vastità dell’interesse di avere la musica sotto la doccia.

Picotec e musica

Attraverso i sistemi audio Picotec è possibile interfacciare dispositivi Bluetooth (smartphone, tablet, pc) anche ascoltare la radio, rispondere al telefono oppure precaricare su SD i brani che più desiderate. La loro applicazione non si ferma all’ambiente doccia ma può essere installata anche sui lettini da massaggio e in camere di hotel.

Top